Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Taranto

NOTIZIE

 

 Servizi di gestione e funzionamento del centro di accoglienza Hotspot nel porto di Taranto.

Si rende noto che questa Prefettura ha indetto una gara a procedura aperta per l'affidamento dell'appalto dei servizi di gestione e funzionamento del centro di accoglienza HOTSPOT nel porto di Taranto di cui all'art. 10 ter del D. Lgs. 25 Luglio 1998 n.286 e ss.mm.ii. 

Tutti i dettagli sono disponibili sul sito nella sezione Amministrazione trasparente - Bandi di gara e contratti, accessibile anche dal presente link .   

La procedura di gara si svolgerà con modalità telematiche, le offerte dovranno pervenire entro le ore 13:00 del 23 Aprile 2019.

Pubblicato il :

 Scelta del Revisore dei conti del Comune di GINOSA

Mercoledì 27 marzo 2019, alle ore 12,00 presso questa Prefettura, in seduta pubblica , si procederà, mediante estrazione, alla scelta dei componenti del Collegio dei Revisori dei conti del Comune di Ginosa il cui mandato è da rinnovare.

L'estrazione avverrà tramite sistema informatico con procedura standardizzata, estraendo dall'articolazione regionale dell'elenco dei Revisori dei conti degli enti locali istituito dal Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell'Interno, tre nominativi per ciascun componente dell'organo di revisione da rinnovare. Saranno designati per la nomina a Revisori dei conti i primi tre estratti, ai quali subentreranno rispettivamente, in ordine di estrazione, gli altri due in caso di rinuncia o impedimento dell'avente diritto alla nomina.

 

Taranto, 19 marzo 2019                                              
Pubblicato il :

 GIORNATA DELL'UNITÀ NAZIONALE, DELLA COSTITUZIONE, DELL'INNO E DELLA BANDIERA

Il prossimo 14 marzo, alle ore 9.00, su iniziativa del Prefetto Donato Cafagna e del Col. Gianluca Capasso, in occasione della Giornata dell'Unità nazionale, della Costituzione, dell'inno e della bandiera, si svolgerà, nell'Aula Magna "Italo Balbo" della Scuola Volontari dell'Aeronautica Militare di Taranto, la cerimonia sul tema: "I simboli della cultura e degli antichi valori della tradizione italiana".

Dopo l'intervento introduttivo di Mino Ianne, del Dipartimento Jonico dell'Università degli Studi di Bari, sul tema: " Le ragioni educative del richiamo ai valori della cultura" ,  Arianna Fermani, dell'Università di Macerata,  dialogherà con studenti ed allievi sul tema  " La bandiera e l'etica delle virtù: un messaggio antico  per l'uomo d'oggi".

L'incontro, moderato dalla prof.ssa Adriana Chirico, vuole essere un momento di riflessione, soprattutto per i giovani, per ricordare l'importanza dei simboli, l'inno, la bandiera e la Costituzione, che rappresentano le solide basi su cui si fonda la storia della nostra Nazione.

Saranno, infatti, oltre 200 gli studenti dei Licei Archita, Aristosseno, Battaglini, Ferraris-Quinto Ennio di Taranto, Moscati di Grottaglie e dell'Istituto Elsa Morante di Crispiano, che prenderanno parte alla manifestazione insieme ad una rappresentanza studentesca del Dipartimento Jonico- dell'Università degli studi di Bari, agli Allievi della Marina Militare e agli Allievi del 19° Corso VSP dell'Aeronautica Militare.

Al termine dell'evento, che sarà allietato da esecuzioni musicali eseguite dal Coro Polifonico del Liceo Archita di Taranto, gli ospiti potranno visitare la base della Scuola Volontari dell'Aeronautica.
Pubblicato il :

 TAVOLO TECNICO PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE SULLA CITTÀ DI TARANTO

Si è riunito in Prefettura su impulso del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gen. Sergio Costa, il tavolo tecnico per il monitoraggio ambientale sulla Città di Taranto.

Ai lavori, coordinati dal Prefetto di Taranto Donato Cafagna, hanno partecipato il Sindaco di Taranto, il Presidente dell'ISPRA, il Direttore Generale dell'Arpa Puglia, i Direttori del Dipartimento di prevenzione e sanitario della A.S.L. di Taranto ed il Commissario delle bonifiche.

L'analisi condotta dai tecnici di ISPRA e Arpa Puglia sui dati raccolti presso le centraline di monitoraggio urbano di qualità dell'aria del quartiere Tamburi, via Orsini, via Machiavelli e via Archimede non ha evidenziato per l'anno 2018 il superamento dei parametri previsti dalla normativa dell'Unione Europea, mantenendosi al di sotto di tali valori.

Anche i dati acquisiti nel bimestre gennaio-febbraio 2019 non mettono in evidenza superamenti per quanto concerne i valori limite normativi di qualità dell'aria.

Per quanto riguarda gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) non normati si è registrato un lieve incremento nella sola stazione di via Machiavelli Tamburi rispetto al bimestre dello scorso anno.

I tecnici hanno precisato al riguardo che tale valore è condizionato dalle condizioni meteo-climatiche.

Passando ai dati forniti dalla stazione di rilevamento posta nella cokeria all'interno dello stabilimento industriale Arcelor Mittal, si è registrato, nell'ultimo bimestre, un incremento delle concentrazioni di benzene, acido solfidrico e IPA.

A tale riguardo l'ISPRA ha dato notizia che il Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente ha in corso, oggi, un sopralluogo presso lo stabilimento, su mandato dell'Osservatorio Ilva costituito presso il Ministero dell'Ambiente, in cui si sta procedendo alla verifica anche della tenuta e del funzionamento degli impianti e sull'applicazione rigorosa delle prescrizioni AIA.

Per quanto riguarda il monitoraggio del particolato e dei sedimenti, depositati presso le stazioni di rilevamento, viene evidenziato presso la stazione di Masseria Carmine, per i primi dieci mesi dell'anno 2018 una media annuale di deposizioni totali di policlorodibenzodiossine (PCDD) e di policlorobifenili - diossine simili (PCB) pari a 7,7 PGTE mq. al giorno, con l'incremento più rilevante rispetto ai minimi della serie storica registrato negli anni 2016-2017.

Su tale specifica circostanza, verrà effettuato dagli organi tecnici di ISPRA e Arpa un monitoraggio stringente e rafforzato per l'accertamento delle fonti e delle cause.

Sulla scorta di quanto emerso nel tavolo di lavoro si è condivisa la necessità di rendere operativo un sistema di comunicazione interistituzionale e informativo che, con cadenza mensile, fornisca un quadro compiuto ed aggiornato dell'andamento delle rilevazioni ambientali effettuate nell'area di Taranto.

Si è costituito a questo fine un Gruppo di Lavoro permanente di cui fanno parte i tecnici dell'ISPRA, dell'Arpa, della A.S.L. e della struttura commissariale nonché di Regione, Provincia e Comune.

Tale Gruppo sarà coordinato dal Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente.

L'attività informativa, che avrà carattere aggiuntivo rispetto a quella istituzionale svolta da ciascun organismo competente, verrà resa disponibile, anche attraverso un link sul sito internet del Comune di Taranto.

Il sistema di monitoraggio e di rilevazione - Acqua Suolo - potrà avvalersi della rete di controllo già in parte attuata dal Commissario di Governo per le bonifiche che sarà ulteriormente integrata con un sistema di micro campionatori, contatori ottici di particelle e sensori a fotoionizzazione.

Il tavolo si è quindi occupato della tematica delle collinette ecologiche del quartiere Tamburi, oggetto di sequestro da parte dell'Autorità Giudiziaria nei giorni scorsi, con il successivo provvedimento sindacale di chiusura temporanea dei plessi scolastici Deledda e De Carolis.

Si è condivisa la necessità di procedere alla caratterizzazione e messa in sicurezza dell'area in questione e, a tal fine, verranno presi contatti con l'Autorità Giudiziaria procedente e con ILVA in A.S. e Arcelor Mittal rispettivamente proprietario e gestore del sito.

Nelle more, verrà effettuata una indagine sul topsoil delle collinette e un'azione di manutenzione straordinaria allo scopo di prevenire lo spolverio/dispersione del particolato.

Relativamente alle due scuole interessate dal provvedimento del Sindaco verranno sviluppate immediatamente ulteriori indagini all'esterno, avvalendosi della strumentazione tecnica già installata, tenendo presente che quelle finora effettuate dall'Arpa e dal Commissario per le bonifiche, nell'ambito dei lavori eseguiti e in corso sui plessi, non sono emersi fattori di rischio

6 marzo 2019

Pubblicato il :

 
Torna su